Insalate Pronte in Busta

Dal campo alla tavola degli italiani, ecco come lavoriamo.

immagine-evidenza-ins-pronte-busta

ciclo

Guarda il video e scopri il processo di lavorazione delle Insalate Pronte in busta

itaengfraruesdebandiera-serba

 

 

I prodotti de La Linea Verde naturali, buoni e freschissimi, devono le loro qualità anche ad un processo produttivo basato su una filiera agroalimentare controllata e certificata che consente di tracciare il percorso del prodotto dal campo alla tavola.

Il controllo in campo: la filiera, controllata e certificata, è disegnata per tracciare il percorso del prodotto dalla coltivazione della materia prima fino al consumo. Vengono applicati disciplinari con regole precise e i tecnici agronomi del Gruppo vigilano per garantire un prodotto di alta qualità.

Celle di ricevimento della materia prima: dopo la raccolta, la materia prima raggiunge lo stabilimento di lavorazione e viene accolta in una zona coibentata e refrigerata, a temperatura controllata.

La mondatura/cernita: durante le fasi di mondatura e cernita viene selezionato il prodotto che ha le caratteristiche di qualità necessarie per accedere alle successive lavorazioni. Le insalate “a cespo” vengono mondate a mano da personale specializzato, mentre le insalatine, oltre a essere sottoposte al controllo visivo da parte degli operatori, passano anche al vaglio di innovativi selettori ottici a raggi infrarossi.

Il lavaggio e l’asciugatura: il prodotto viene lavato attraverso diversi passaggi con acqua potabile e, quindi, asciugato con sistemi ad aria o a centrifuga, in base al tipo di materia prima.

Pesatura e confezionamento: a questo punto gli ortaggi vengono pesati e confezionati in un’area dedicata dello stabilimento, nella quale la loro qualità viene tutelata attraverso moderne tecnologie e accorgimenti specifici. Nell’area dell’imbustamento è stata delimitata una zona denominata high care che favorisce il mantenimento delle basse temperature oltre a un maggiore controllo igienico. Qui viene applicata la ionizzazione, ossia un processo di sanificazione continua dell’aria. Delimitazione dello spazio, basse temperature e aria sanificata sono accorgimenti utili a migliorare la qualità del prodotto.
I materiali di imballaggio, tutti riciclabili, sono studiati per rispondere alle esigenze di conservazione delle varie e specifiche tipologie di prodotto.

Movimento merci automatizzato: grazie ai robot elettrici autonomi e alla registrazione informatizzata le operazioni legate al movimento merci sono automatizzate. In questo modo si migliorano in modo significativo i flussi di lavoro, dal confezionamento del prodotto all’arrivo alla cella di carico, e si possono effettuare controlli informatizzati frequenti e puntuali.

Picking: tutti i pallet vengono convogliati nell’area picking. Il polo produttivo principale ha un’ampia piattaforma logistica di 3.000 metri quadrati con 25 ribalte.

Il trasporto: poco tempo dopo la fase di confezionamento, tutti i prodotti vengono trasportati, con mezzi refrigerati, verso le piattaforme distributive o direttamente presso i punti vendita.

I controlli qualità: i controlli qualità vengono effettuati in tutte le fasi del processo e comprendono numerose e continue analisi chimico-fisiche, microbiologiche e merceologiche su campioni di prodotto. Inoltre, sono in funzione avanzati sistemi di intercettazione ed eliminazione dei corpi estranei eventualmente presenti (come Metal detector, Filtri, controlli visivi).

La freschezza e la velocità: il rispetto di una temperatura da “frigo” in tutte le fasi del processo e la velocità di azione si pongono a garanzia di un prodotto sempre fresco e di alta qualità.